Continuiamo il nostro approfondimento sui trend digitali del 2021: mentre la voce sostituisce sempre più il testo negli strumenti digitali – replicando la conversazione umana – le tecnologie diventano una componente sempre più importante della vita degli italiani; questo è quanto si evince dal report “Digital 2021” pubblicato da We Are Social in collaborazione con Hootsuite, che mette in luce come i nuovi trend, influenzati dalla pandemia e dal lockdown.

Se audio e gaming sono i settori che creano maggior interesse, anche e-Commerce, streaming, e social network conquistano una grande parte della popolazione italiana: circa 50 milioni utilizzano le piattaforme digitali, di cui oltre 1 milione sono le persone che si sono connesse a internet la prima volta nel 2020, con un incremento del 2,2% e un notevole aumento dell’età anagrafica degli utilizzatori.

Anche l’utilizzo dei social ha avuto un’impennata: con oltre 2 milioni di nuovi utenti, si stima che 41 milioni di italiani siano sui social. Vediamo nel dettaglio i trend principali.

 

I nuovi sbocchi creativi del podcast

Uno dei dati più rilevanti del report riguarda l’utilizzo degli strumenti dedicati ai contenuti audio: si stima infatti che nel 2020 una persona su 4 abbia ascoltato regolarmente podcast, con un ascolto medio quotidiano di circa 30 minuti.

L’incremento degli utenti dei podcast è conseguente anche al miglioramento della connessione grazie ad avanzamenti strutturali: una linea internet più veloce consente la fruizione di contenuti e streaming di alta qualità, di cui video per il 92%, radio 30,4% e podcast per il 25%.

 

Il potere della voce

Un dato interessante riguarda la modalità di ricerca di contenuti sulle piattaforme digitali: il 37% degli utenti utilizza comandi di ricerca vocale, mentre 1 persona su 7 utilizza smart home (Alexa, Siri o altre app simili).

Cresce anche la fruizione di materiale audio, soprattutto relativamente ai progetti editoriali creativi che amplificano la funzione attiva dell’utente.

Basti pensare a Clubhouse, la app di recentissima introduzione con una dinamica di ingresso a invito, oppure a Twitch, una piattaforma dedicata ai gamers per giocare dialogando, con spazi di chat e forum.

 

Il Gaming

Da fenomeno di nicchia a fenomeno di massa: 4 persone su 5 giocano regolarmente online. Il Gaming, per sua natura, è uno strumento espandibile e modulabile: è proprio nel live streaming del gioco che possono inserirsi i brand per l’advertising; un esempio? La creazione di avatar per l’identità digitale o con outfit digitali per il settore fashion.

 

e-Commerce, cresce l’età anagrafica degli utenti

Il lockdown ha influenzato le abitudini di acquisto di gran parte degli italiani: il settore dell’e-commerce è cresciuto del 86,5% nel 2020, con un aumento di utilizzo anche tra i meno giovani (gli over 60 rappresentano il 20% dell’audience totale).

Nell’anno precedente sono stati spesi circa 33 milioni di euro in transazioni online, con una percentuale di crescita del 24% in consumer goods. I principali acquirenti sono gli utenti tra i 55 e i 64 anni.